Aprire un hotel di lusso

Il settore del turismo, si sa, è sempre in crescita. Gli hotel sono servizi utilizzati da chi viaggia per lavoro, per passione, piacere e sono luoghi di fughe romantiche. Un sempreverde insomma.

Aprire un hotel di lusso, i primi passi

Aprire un hotel di lusso può risultare un’impresa. Ma se ci si rivolge a dei professionisti, l’impresa può diventare indolore.

Il primo passo è pianificare adeguatamente obiettivi e risorse necessarie. Il secondo è quello di creare un piano pluriennale, un business plan e un business model per valutare rischi e punti di forza dell’aprire un hotel di lusso. Fondamentale dunque è il decidere qual è l’investimento iniziale con il quale partire. È chiaro che se si vuole aprire un hotel di lusso, le risorse disponibili devono essere adeguate all’obiettivo.

Una cosa fondamentale è scegliere una location adeguata, che può richiedere tutte le autorizzazioni, i requisiti igienico-sanitari e che sia a norma. Senza sottovalutare l’iter burocratico: aprire una P.IVA (se necessario costituire una società), iscriversi al Registro delle Imprese, all’INAIL e all’INPS, ottenere i certificati ASL e la dichiarazione di inizio attività.

Ma dove aprire un hotel di lusso? Potete scegliere una zona turistica, un centro città, una località di mare, di montagna o sciistica oppure potreste orientarvi su un borgo; l’importante è chiedersi quali sono le esigenze della zona o essere bravi a creare un determinato bisogno.

Arriviamo ai costi. È chiaro che per un’attività di questo tipo, i costi sono abbastanza importanti e dipendono da: metratura, numero di stanze, servizi, zona scelta, arredamento, forniture e utenze, apparecchiature, iter burocratico, personale e così via. Inoltre aprire un hotel di lusso richiede la necessità di rispettare degli standard molto alti e che, quindi, richiedono maggiori attenzioni economiche.

Hotel lusso One Global C

Le stelle per aprire un hotel di lusso

Quali sono i parametri per l’assegnazione delle stelle per aprire un hotel di lusso? Vediamoli insieme: 

  • Minimo 7 camere
  • Metratura camere doppie di almeno 20 mq e camere singole minimo 12 mq (per ogni letto aggiuntivo, 6 mq in più)
  • Disponibilità di camere suite
  • Bagno minimo di 6 mq
  • In camera obbligatori sgabello o ripiano per i bagagli, poltrona, TV satellitare, telefono esterno/interno, frigo-bar, cassetta di sicurezza, bollitore
  • In bagno obbligatori chiamata d’emergenza, un accappatoio, asciugamani e teli bagno ad personam, prodotti per l’igiene personale, cestino rifiuti, sacchetti igienici e phon
  • Reception attiva 24/24
  • Staff che parla 3 lingue
  • Portiere notturno
  • Servizio di trasporto bagagli 
  • Servizio di custodia bagagli 
  • Servizio bar 16/24
  • Servizio in camera 24/24
  • Parcheggio custodito 24/24
  • Pulizie camere e cambio biancheria una volta al giorno
  • Riassetto pomeridiano
  • Lavaggio e stiratura della biancheria con consegna in giornata
  • Fax, fotocopiatrici, Wi-Fi gratuiti
  • Nelle zone comuni sono obbligatori sala ristorante, bar, area soggiorno/lettura/svago, sala colazione, sala riunioni, guardaroba, servizi igienici, ascensori, montacarichi, riscaldamento e condizionamento in tutto l’albergo, personale sempre in divisa.
Se l’idea di aprire un hotel di lusso ti alletta, contattaci per ricevere il preventivo e la bozza di progetto in via gratuita.
Hotel lusso con One Global C

Aprire un ristorante senza esperienza

Aprire un ristorante senza esperienza è possibile? I consigli, gli errori più comuni e le idee che stanno alla base di questa convinzione.

Aprire un ristorante senza esperienza, è possibile?

Aprire un ristorante senza esperienza potrebbe risultare un passo falso ma se ci si affida a professionisti del settore per la gestione della sala e della cucina e ad aziende esperte per la realizzazione del locale, si possono avere ottimi esiti. Avviare un’attività del genere non è un hobby ma un vero e proprio business con i rischi legati all’avvio di un’impresa complessa come un ristorante.

Ti metteresti mai alla guida di un aeroplano solo perché sei bravissimo con un gioco di simulazione aerea? Converrai che sarebbe una follia. Ma, osservare e studiare qualcuno di esperto che lo fa al posto tuo, è qualcosa di altamente realizzabile.

Per aprire un ristorante senza esperienza è necessario partire con idee precise e chiare sul da farsi: ci sono pratiche burocratiche da adempiere (titolo abilitante, apertura della P. Iva alla Agenzia delle Entrate, iscrizione all’INPS e all’INAIL, Segnalazione Certificata di Inizio Attività – SCIA, iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio, requisiti strutturali del locale, piano HACCP), si richiede una buona somma di partenza per la costituzione giuridica della società, per gli arredamenti, gli elettrodomestici, la cucina e l’attrezzatura varia. Infine sono da tenere in considerazione i costi di una ristrutturazione se il locale ne avesse il bisogno. A tutto questo si sommano le spese fisse una volta avviata l’attività (affitto, stipendi, tasse, materie prime, marketing).

Aprire un ristorante senza esperienza e la questione marketing

Per aprire un ristorante senza esperienza, bisogna ricordarsi che non basta saper cucinare per i propri amici o per la propria famiglia, non basta neanche aver compiuto qualche anno di mansione come cameriere o aiuto cuoco.

Avviare un ristorante necessita uno spirito imprenditoriale o che ci sia qualcuno che gestisca l’attività al posto tuo e che abbia questa forma mentis. Nella parte della realizzazione del locale, come dicevamo, è necessario affidarsi ad aziende esperte che possano distribuire bene i flussi di lavoro per arrivare ad un layout funzionale e funzionante.

Infine, una carta vincente dopo aver realizzato il ristorante dei tuoi sogni, è il marketing della ristorazione.

Se costruissimo, ad esempio, un e-commerce bellissimo, ben fatto sia graficamente che nei suoi contenuti testuali ma nessuno saprebbe che quel sito esiste, come potrebbe vendere i suoi prodotti seppur di altissima qualità? Con la ristorazione accade lo stesso. Puoi avere un locale di design, utilizzare materie prime di alto livello, con attrezzature più avanzate in cucina e assumere uno degli chef più quotati sul mercato, ma se nessuno sa chi sei, dove sei, cosa fai e quale sia la tua identità differenziante, aprire un ristorante sarebbe comunque uno sperpero di soldi.

Tutto questo elenco, questa sfilza di motivazioni, non servono a dissuaderti dal realizzare un tuo sogno, non è questo il nostro intento ma quello di farti compiere scelte consapevoli, studiate e ponderate.

Se vuoi aprire un tuo ristorante, se vuoi avviare un’attività ristorativa, contattaci per essere seguito dalla A alla Z, One Global cura l’intero processo, dall’idea al concept del tuo ristorante. La nostra strategia è quella di seguirti in tutto il progetto, passo dopo passo, sia nell’apertura del ristorante o nella ristrutturazione di uno già esistente, sia nel web marketing.